farro

Farro: proprietà e benefici

Un cereale ricco di nutrienti è il farro, che appartiene alla famiglia delle graminacee. Il farro è estremamente versatile, infatti può essere utilizzato sia in chicchi che in farina.

Se utilizzato in chicchi, il farro si presta bene a:

  • zuppe;
  • insalate di cereali.

Se invece è utilizzato come farina, si possono preparare:

  • pasta;
  • biscotti;
  • torte;
  • taralli.

I costi di produzione del farro sono abbastanza elevati ragion per cui il prezzo di vendita sul mercato che è più alto rispetto a quello di altri cereali.

Oltre ad essere conosciuto per la sua bontà, il consumo di farro apporta notevoli benefici al nostro organismo.

Quali benefici apporta il consumo di farro?

Il farro è un cereale ricco di vitamine e di sali minerali, ma povero di grassi. Questo cereale presenta un maggior contenuto proteico rispetto ad altre tipologie di frumento.

Il farro è, inoltre, povero di grassi e molto ricco di fibre. Questo cereale garantisce un apporto calorico piuttosto basso, pari a 340 chilocalorie per 100 grammi di prodotto.

Il farro che è considerato la più antica tipologia di frumento coltivato, contiene molti minerali importanti, quali:

  • magnesio;
  • rame;
  • fosforo;
  • zinco;
  • selenio.

Consumare regolarmente questo cereale aiuta a prevenire patologie come l’osteoporosi.

Mangiare farro può essere molto utile a chi è stitico, infatti, se consumato con una certa frequenza, porterà benefici grazie alle sue proprietà lassative.

Infine, ma non meno importante, il contenuto di fibre insolubili presenti nel farro, favoriscono la pulizia dell’intestino e la depurazione dell’organismo.