pannelli fotovoltaici in primo piano

Normativa solari termici: per chi ama l’energia green

Sono ormai anni in cui vediamo sempre più presenti pannelli solari sui tetti delle case e degli edifici, il nostro paese cerca di sfruttare sempre di più l’energia pulita. Questi hanno il grande vantaggio di produrre energia green ricavata dal sole, garantiscono di contenere le spese familiari e, allo stesso tempo, regalano vantaggi all’ambiente riducendo l’emissione di particelle inquinanti.

Grazie al successo e alla diffusione di questo nuovo modo di creare energia, la legislazione italiana ha dato vita a diverse leggi create per regolamentarne l’utilizzo.

Solari termici per nuovi edifici e ristrutturazioni

Il decreto legislativo 28/2011 ha promosso l’obbligo di utilizzo delle fonti rinnovabili negli edifici di nuova costruzione e sottoposti a ristrutturazioni importanti. Seguire questo regolamento non rappresenta una spesa economica, ma bensì, un’opportunità per avere vantaggi nel lungo termine. Nel regolamento non si parla solo di energia solare, ma si cerca di sfruttare le fonti rinnovabili “non fossili”, quindi energia eolica, aerotermica, geotermica, idrotermica e idraulica.

Le norme UNI EN 12977 per solari termici

Qualche anno dopo, entra in vigore la famiglia di norme UNI EN 12977, precisamente dal 21 maggio 2018, composta da cinque parti. Si tratta di una serie di norme che trattano dei sistemi solari e dei loro componenti.

UNI EN 12977-1:2018 Parte 1: Requisiti generali per collettori solari ad acqua e sistemi combinati

La norma specifica una serie di requisiti per la durabilità, adattabilità, affidabilità e sicurezza degli impianti solari di piccole e grandi dimensioni assemblati per il riscaldamento con mezzo termovettore liquido per edifici residenziali e applicazioni similari.

UNI EN 12977-2:2018 Parte 2: Metodi di prova per collettori solari ad acqua e sistemi combinati

La seguente norma si applica agli impianti solari di piccola taglia assemblati su specifica:

  • Sistemi solari per la specifica produzione di acqua calda sanitaria;
  • Sistemi solari solo per il riscaldamento degli ambienti;
  • Sistemi solari per la produzione di acqua sanitaria e per il riscaldamento degli ambienti;
  • Sistemi solari per il raffreddamento.

Questa norma non si applica a:

  • Sistemi con un mezzo di stoccaggio diverso dall’acqua;
  • Sistemi a termosifone;
  • Sistemi integrati collettore- accumulo.

UNI EN 12977-3:2018 Parte 3: Metodi di prova della prestazione per serbatoi di stoccaggio degli scaldacqua solari

Questa parte riguarda i metodi di prova per la caratterizzazione delle prestazioni dei serbatoi di stoccaggio. I serbatoi di stoccaggio sono testati e usati per la produzione di acqua calda. Tale norma si applica ai dispositivi di stoccaggio il cui volume nominale è compreso tra 50 l e 3000 l, invece, non si applica agli accumuli solari combinati.

UNI EN 12977-4:2018 Parte 4: Metodi di prova per le prestazioni di accumuli solari combinati

I serbatoi testati secondo questa norma sono usati nei sistemi solari combinati. La norma si applica agli accumuli solari combinati con volume nominale fino a 3000 l senza bruciatore integrato.

UNI EN 12977-5:2018 Parte 5: Metodi di prova della prestazione per sistemi di regolazione

La norma contiene inoltre i requisiti di accuratezza, durabilità ed affidabilità di tali sistemi di regolazione.

Le prove descritte nella norma sono limitate ai componenti elettrici attivi consegnati, insieme o per l’installazione, dal fornitore.